talloncino5x1000


"Acciuffare la Luna"

«Questo libro testimonia l’esistenza di un Mezzogiorno altro rispetto a quello dipinto troppo spesso dai media come territorio in stato di degrado, sommerso dai rifiuti, retto da governi corrotti e impotenti, devastato dalla mafia, camorra o ‘ndrangheta. Salvatore Esposito e i nostri amici della Campania cercano, per l’appunto, di iscrivere il loro progetto locale nella prospettiva aperta dall’utopia concreta della decrescita. L’appello lanciato dal nostro collega e amico Franco Cassano per una rinascita del pensiero meridiano è stato accolto».

Serge Latouche

Le Comunità Locali Sostenibili sono certo buone pratiche. Eppure celano una forza teorica e simbolica che va svelata, proprio nell’universale sostenibilità e replicabilità che le caratterizza.
La cifra dell’inedito è in questa mappa di Economie della Reciprocità e di governance partecipata. A partire dalla Campania, si rende possibile una nuova idea di terra felix per tutte e per tutti. Una strategia di rinascita e di sovranità locale – come ci dice con grande lucidità Serge Latouche – «non consiste, dunque, nel costruire e preservare un’oasi nel deserto del mercato mondiale ma nel moltiplicare le esperienze di riterritorializzazione estendendo progressivamente la rete degli “organismi” sani per fare indietreggiare il deserto e renderlo fecondo».
È questa la nuova luna, la nuova Costituzione materiale e simbolica, il desiderio di buona vita da acciuffare [...] ammettendo il bisogno che ognuno ha dell’altro [...].
Lottare contro la precarietà significa [...] produrre le condizioni in cui la vulnerabilità e l’interdipendenza diventino vivibili (J. Butler, 2013).

 

 

 

 

Multimedia


Area download
Iscriviti alla news